Dov'è la giustizia - My Hobbies by Antonietta Forte

My Hobbies by Antonietta Forte
My Hobbies by Antonietta Forte
Vai ai contenuti

Dov'è la giustizia

Emozioni > 5° Gruppo

DOV’E’ LA GIUSTIZIA?

Ti cercan nelle vie e nelle stradicciole,
s’inoltrano in sentieri e lande inospitali;
in cerca di  tue tracce, solcano cieli e mari.
In coro, nei cortei, in aule e nelle piazze,
ti invocano a gran voce e sono d’ogni razza.
Descrivonti sì bella, schiva e raffinata,
che teco ogni mortale vorrebbe amoreggiare,
o sol per una volta baciarti per volare.
Tra noi, pur tu, alcuno amar vorresti
ma senza sosta fuggi e non hai pace.
Anch’io, fulminea, t’incontro per le strade,
quando sconfitto sono, deluso e disperato.
Inquiete soffron le dolci tue movenze,
riaggiungerti vorrei e corro sempre,
ormai sedotto da scie di tue essenze.
Le vesti tue di seta si spiegan  profumate:
fanciulla fresca sei, con pelle vellutata.
Ho scorto della chioma un ricciol tuo dorato
che ameno si mostrava tra i veli del tuo capo.
Fu poi la brezza del mattino a scompigliar
sulle tue membra le vesti tunicate
ed a mostrar dischiuso il seno tuo rosato.
La tua beltà traspare da ogni tratto,
il tuo mistero permane inesplorato.
Per quanto ancora pe’l mondo fuggirai?
Per quanto tempo ci saran segugi?
Per quanto ancora il tuo volto negherai?
Tradita, offesa, ferita e disprezzata
giammai darai il corpo tuo leggiadro  
a chi, sol ingannando, ha giudicato.

Note:

La giustizia è un bene raro da tutti ricercato.
Spesso chi l’amministra non è guidato da obiettività ed imparzialità, ma da fini riconducibili al proprio tornaconto e ai propri vezzi. Ne consegue che non sempre alberga nelle apposite aule dove l’uomo è deputato ad amministrarla.
Essa assomiglia ad una donna giovane bellissima, affascinante, ma sempre in fuga, rincorsa da chi la invoca e vilipesa, messa in fuga ed esiliata da chi dovrebbe rispettarla ed applicarla.
Per questo la giustizia è irraggiungibile e misteriosa.

Poesia: dov' è la giustizia
Torna ai contenuti